top of page

Vacanza in Puglia con i bambini: cosa fare e cosa visitare

Da molti anni la meta delle nostre vacanze è la Puglia. L'abbiamo visitata in lungo e in largo, dal Gargano alla punta più a sud del Salento, l'abbiamo amata fin dal primo giorno: ci si lascia sempre un pezzetto di cuore, ci si sente a casa e subito in vacanza!

E' senza dubbio una regione a misura di bambino: le splendide spiagge basse e sabbiose sono ideali per i più piccoli e fonti di relax per i grandi; la cucina pugliese è ricca di specialità enogastronomiche; il territorio è variegato, non ci si stanca mai di cambiare posto!

Per non parlare, poi, delle rilevanze storico artistiche e delle attrazioni per i bambini.


Allora siete pronti?

Partiamo dai posti da visitare:

  1. Il Gargano (Vieste e Peschici)

  2. Alberobello

  3. Lo zoo Safari

  4. Lecce

  5. Ostuni

  6. Otranto

  7. Le spiagge del Salento

  8. Le spiagge di Vieste e Peschici

  9. La grotta della Poesia

  10. Santa Maria di Leuca

L'elenco non è esaustivo, ovviamente! Sono luoghi che ho visitato e amato particolarmente.

Il Gargano

Il promontorio del Gargano è definito lo sperone d'Italia. E' una zona molto wild, spazzata da venti continui e caratterizzata da bellissime spiagge, promontori e insenature.


Vieste è una delle località più belle in assoluto: celebre la spiaggia di Pizzomunno e il faraglione omonino, conosciuto per la storia del pescatore Pizzomunno innamorato della bella Cristalda. Da visitare anche il centro storico, fatto di strette viuzze in mezzo a bianche casette, il Faro e il trabucchi, le Grotte marine e la scala dell'amore.

Peschici, che dista circa 20 km da Vieste, è una piccola perla sull'Adriatico. L'amerai subito, ti perderai tra le stradine del centro storico e nei suoi infiniti negozietti! Da vedere anche il Castello e la bellissima spiaggia.


Terrazza Santa Lucia

Alberobello

Ad Alberobello abbiamo soggiornato per un weekend ed è stato fantastico! Se vuoi leggere i particolari del nostro viaggio trovi il post QUI.

Per vivere appieno questa meraviglia solo pugliese devi soggiornare in un trullo. I bambini ne saranno entusiasti, è un'esperienza unica, da fare assolutamente.

Il centro storico di Alberobello è una meraviglia senza eguali, un agglomerato di oltre mille trulli, patrimonio dell'Unesco, con stradine in salita che confluiscono tutte al grande trullo dedicato a Sant'Antonio da Padova.

Da vedere la terrazza Santa Lucia, il Trullo Sovrano, il Trullo Siamese, il Vicolo dei fiori e la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano. Ti consiglio di visitare Alberobello anche di sera perchè la magia delle luci della sera la rendono davvero unica.

Ricordati di fermarti ad assaggiare il tipico dolce locale, il pasticciotto, da Martinucci e di non perderti nessun negozietto: sono tutti bellissimi e caratteristici!


Vicolo dei fiori

Lo zoo Safari

Una delle tappe tipiche di chi va in Puglia con i bambini è lo zoo Safari. Mettendo da parte la diatriba tra chi è a favore e chi no, perchè non ama vedere gli animali in cattività, credo che sia un posto unico dove poter vedere animali che solo in un safari vero si riuscirebbe ad ammirare. La prima parte del persorso si fa in auto: gli animali sono per lo più liberi di muoversi e di avvicinarsi ai finestrini. Subito dopo, parcheggiata l'auto, si inizia il percorso a piedi: il rettilario, il lago dei mammiferi, l'area delle scimmie e poi Fasanolandia, l'area dei giochi.


Zoosafari Fasano

Lecce

Lecce è una città inconfondibile, per i colori della pietra leccese, per il barocco onnipresente e per i monumenti di età romana.

Da visitare la cattedrale di Santa Maria dell'Assunta e il suo campanile; la Basilica di Santa Croce, il Teatro e l'Anfiteatro romano.


Santa Maria dell'Assunta

Ma Lecce non è conosciuta solo per i suoi monumenti ma anche per la cartapesta. E' un'arte tipicamente leccese che trova la sua massima espressione nella creazione di statue di soggetti sacri. Ti consiglio di visitare un laboratorio e di entrare ad ammirare le creazioni dei maestri cartapestai. Per approfondire La Cartapesta di Lecce



Otranto

Il punto più ad est dello stivale, la città dei martiri, conosciuta appunto per il massacro degli 800 fedeli avvenuta ad opera dei Turchi nel 1480. Una storia terribile, di cui possiamo trovare memoria nella Cattedrale di Santa M